I problemi alle slot machine non finiscono mai

Il “tempo instabile” imperversa sul “nostro” cielo, non solo relativamente al settore atmosferico ma sempre e comunque sotto “il cielo del gioco”. Purtroppo non basta l’instabilità politica, non bastano i problemi seri che i vari “Sblocca Italia”, “Mille Giorni” non sembrano in grado di risolvere, non basta il calo dei consumi, non basta il tasso di disoccupazione, non basta l’incubo di un nuovo prelievo “nelle nostre tasche” prima di Natale e non bastano neppure i “vari tagli” per mettere in “sicurezza” il nostro Paese, non basta neppure quella “riscossa nazionale” che porterebbe all’eliminazione del “vizio del gioco lecito” e che risanerebbe “secondo alcuni” la spesa sanitaria gravata da tutte le conseguenze della ludopatia (peccato che nel bilancio sanitario ancora non si censisce questa voce).

Tutto è rimasto come prima delle vacanze: la causa della situazione attuale del nostro Bel Paese è solo ed esclusivamente da imputare al mondo del gioco d’azzardo. In realtà non è assolutamente così: quindi, il “gioco lecito” e tutte le sue imprese ed operatori che vogliono creare movimentazione finanziaria ed impiego di risorse professionali non possono fare altro che accodarsi a tutte le altre “normali imprese” che desiderano produrre Pil e richiamare il Governo alla “solerzia e rapidità” di interventi per dare modo a questo settore di proporsi come realtà economica significativa per il nostro Erario: si riprenda velocemente il percorso di “risanamento” del comparto del gioco… è indispensabile per il nostro Paese.

Categories: Senza categoria